Trasferimento dei servizi di pagamento

Servizio di trasferimento dei servizi di pagamento del conto di pagamento e/o di trasferimento del saldo disponibile
Art. 126 - quinquiesdecies D. Lgs. 385/1993 (TUB)



Caratteristiche del Servizio

Il servizio di trasferimento dei servizi di pagamento del conto di pagamento e/o di trasferimento del saldo disponibile (“Servizio”) è offerto a tutti i clienti consumatori che intendono aprire o che sono titolari di un conto di pagamento presso un Prestatore di Servizi di Pagamento (PSP).
Il cliente consumatore può chiedere il trasferimento da un conto di pagamento originario (“conto originario” intrattenuto presso il “PSP Originario”), ad un altro conto (“nuovo conto” intrattenuto presso il “PSP Nuovo”) di:

  • ordini permanenti di bonifico (SCT – SEPA Credit Transfer) disposti dal conto originario;
  • bonifici ricorrenti (SCT) in entrata sul conto originario;
  • ordini di addebito diretto (SDD – SEPA Direct Debit Core, RID finanziari e a importo fisso, ordini di addebito relativi a rate di mutui e finanziamenti erogati dal PSP originario);
  • saldo disponibile positivo del conto originario.

Il servizio è effettuato senza oneri e spese per il consumatore e si applica a condizione che:

  • il conto originario e il nuovo conto siano nella stessa valuta;
  • il conto originario e il nuovo conto abbiano la medesima intestazione;
  • l’autorizzazione, che consente l’avvio della procedura di perfezionamento del Servizio, sia firmata da tutti gli intestatari del nuovo conto (che coincidono con gli intestatari del conto originario) anche nei casi in cui il nuovo conto ed il conto originario siano intestati a più persone con possibilità di disporre operazioni di pagamento mediante firma disgiunta;
  • il conto originario e il nuovo conto siano intrattenuti presso PSP situati nel territorio italiano;
  • non ricorrano cause ostative per la presenza di vincoli sul conto originario (es. conto sottoposto a garanzia, sequestro, pignoramento, etc)

Si possono trasferire, secondo le proprie esigenza, solo una parte (cosiddetto “trasferimento parziale”) o tutti i bonifici e/o gli addebiti diretti (cosiddetto “trasferimento totale”).

Si può, inoltre, richiedere che gli eventuali bonifici in proprio favore che dovessero essere ricevuti sul conto originario nei 12 mesi successivi alla data specificata nel modulo di autorizzazione siano reinderizati sul nuovo conto (cosiddetto “reindirizzamento automatico”).

L’esecuzione del servizio non può essere condizionata alla restituzione da parte del cliente di carte, assegni o altri strumenti di pagamento collegati al conto di origine.

Modalità della richiesta
Il consumatore che intenda avvalersi del Servizio deve compilare, sottoscrivere e consegnare al nuovo PSP apposito modulo di richiesta e autorizzazione nel quale andranno indicate le informazioni necessarie per l’avvio della procedura:

  • i dati identificativi del richiedente (in caso di cointestazione andranno indicati i dati di tutti gli intestatari che dovranno coincidere con gli intestatari del conto originario);
  • la data di efficacia del trasferimento;
  • gli ordini permanenti di bonifico disposti dal conto originario;
  • i bonifici permanenti in entrata ricevuti sul conto originario che il cliente identifichi come “ricorrenti” (qualora il cliente richiedesse al nuovo PSP di contattare i soggetti ordinanti, dovrà anche fornire tutte le informazioni necessarie perché tale sevizio possa essere reso).  Il PSP originario assicura gratuitamente il reindirizzamento automatico dei bonifici ricevuti sul conto di pagamento di origine verso il conto di pagamento di destinazione (nuovo conto) detenuto presso il PSP nuovo per un periodo di 12 mesi a decorrere dalla data specificata nel modulo di autorizzazione del cliente all’esecuzione del servizio di trasferimento. Il PSP originario, se cessa di accettare i bonifici in entrata alla scadenza dei 12 mesi o in mancanza di richiesta da parte del consumatore del servizio di reindirizzamento, è tenuto a informare tempestivamente il pagatore o il beneficiario delle ragioni del rifiuto di pagamento;
  • gli ordini di addebito diretto dal conto originario;
  • la richiesta di trasferimento del saldo del conto originario;
  • la richiesta di chiusura del conto originario (con trasferimento automatico dell’eventuale saldo positivo sul nuovo conto). In tal caso il cliente dovrà dichiarare di aver annullato e consegnato al PSP nuovo i moduli di assegno rilasciati dal PSP Originario e non utilizzati nonché, eventualmente, di aver emesso degli assegni in data precedente alla sottoscrizione dell’autorizzazione che non sono stati ancora addebitati sul conto originario. Il cliente dovrà inoltre dichiarare di aver tagliato e consegnato al PSP nuovo specifiche carte di credito e/o di debito rilasciate dal PSP originario e che quindi chiede di revocare;

Il consumatore può dare indicazione al PSP nuovo di attivare una o più delle funzioni sopra previste, può chiedere il trasferimento di tutti i bonifici/addebiti diretti o solo di parte di essi (cd. trasferimento parziale).
Si precisa che, nel caso in cui il cliente richieda il trasferimento del saldo del conto originario senza l’estinzione dello stesso, il PSP originario regolerà eventuali operazioni a valere sul conto qualora vi siano fondi disponibili sufficienti nel rispetto di quanto previsto nel contratto quadro e che pertanto nessuna responsabilità ricadrà sul PSP originario nel caso in cui non sia possibile eseguire operazioni sul conto per mancanza di fondi a seguito dell’avvenuto trasferimento del saldo.

Tempistiche

La procedura si conclude nel termine massimo di 12 giorni lavorativi o nel diverso termine di efficacia indicato dal
richiedente, purché successivo. Tale termine potrebbe subire una dilazione nel caso in cui:

  • il cliente non compili in maniera corretta e completa il modello di autorizzazione predisposto dal PSP Nuovo;
  • venga richiesto il trasferimento dal conto originario di addebiti diretti per i quali sia stata concordata tra cliente e PSP Originario una garanzia pro soluto;
  • ci siano adempimenti pendenti presso il PSP Originario quali, a titolo di esempio, la mancata consegna della documentazione richiesta e/o della materialità/strumentazione in dotazione del cliente, nonché, più in generale, vincoli di tipo giudiziario o la mancata esecuzione da parte dello stesso cliente delle attività strumentali all’estinzione del rapporto, come previste dal PSP Originario nell’ambito del contratto quadro relativo al conto di pagamento.  Qualora sia stata richiesta la chiusura del conto originario, il PSP originario comunica al cliente l’eventuale impossibilità di procedere alla chiusura nella data di efficacia indicata nell’ autorizzazione per la presenza di adempimenti pendenti. Ricade sul PSP Originario anche la responsabilità di fornire al cliente evidenze di maggiore dettaglio circa gli adempimenti pendenti e dare un riscontro circa l’avvenuta chiusura del conto.

Relativamente all’operatività sopra descritta, qualunque diverso riferimento contenuto in documenti, anche contrattuali, è da considerarsi superato da tutto quanto sopra riportato.
Eventuali ulteriori informazioni sono disponibili al sito http://www.sepaitalia.eu.
Si precisa infine che il personale della Filiale presso la quale intrattiene i rapporti resta a disposizione per ogni chiarimento in merito.

E’ possibile, altresì, consultare e scaricare l’informativa di seguito riportata

CC0999-01 INFORMATIVA SU TRASFERIMENTO SERVIZI DI PAGAMENTO (Direttiva PAD)

 

Informativa ABI sul trasferimento dei servizi di pagamento collegati al conto di pagamento

Con riferimento al servizio di trasferimento dei servizi di pagamento connessi al conto di pagamento è altresì possibile consultare l’informativa sintetica di seguito riportata predisposta dall’ABI. Tale informativa è disponibile anche sul sito dell’ABI. L’informativa è divisa in tre sezioni:

  • la prima riporta, sotto forma di domande e risposte, una descrizione sintetica dei contenuti del servizio di trasferimento previsto per legge;
  • la seconda contiene dei suggerimenti, nell’ambito dei quali vengono anche messi in evidenza specifici punti di attenzione per il consumatore, riferiti a situazioni concrete;
  • la terza indica, sotto forma di punti elenco, cosa serve per richiedere il servizio di trasferimento.

ABI-Informativa su trasferimento servizi pagamento e eventuale chiusura del conto