I PRIMI SEI MESI DEL 2017 HANNO IL SEGNO PIÙ

La BCC di Casalgrasso e Sant’Albano Stura continua a dimostrarsi un ottimo salvadanaio



Crescono patrimonio, soci e clienti: è un bilancio lusinghiero quello del primo semestre 2017 per la Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano Stura, con l’utile dei primi sei mesi di quest’anno che ha superato i 3 milioni di euro. “Pur vivendo un periodo dove i tassi di remunerazione risultano essere molto bassi, la banca è solida e continua a crescere, sinonimo del fatto che la gente crede in noi – dice il Direttore Generale Claudio Porello –. Ritengo che questi risultati siano dovuti alla capacità che la nostra banca ha dimostrato di dare risposte chiare e oneste, in tempi ristretti: lo conferma la concessione di 500 mutui erogati a famiglie e a imprese tra gennaio e giugno scorsi, segno di quanto crediamo nel nostro territorio”.

E per il territorio continua l’impegno della BCC in tutte e tre le aree di competenza: nel Cuneese, nel Carmagnolese e nel Torinese, la banca è impegnata in numerose iniziative a scopo benefico a sostegno di enti, Comuni e associazioni.

Anche il comparto del risparmio gestito ha incrementato i volumi, un risultato che dimostra come la scelta di putare sulla competenza e sulla formazione dei dipendenti sia vincente e abbia contribuito a fornire un servizio a 360 gradi a favore dei clienti.