Reclami

La Banca di Credito Cooperativo di Casalgrasso e Sant’Albano Stura, in conformità e coerenza con l’art. 2 dello Statuto sociale, pone al centro della propria attività la relazione con i soci ed i clienti, prestando attenzione alle loro esigenze e operando con la massima cura per assicurarne la completa soddisfazione, rafforzare la fiducia nella correttezza della Banca preservandone il buon nome.

Tale attenzione trova espressione sia nell’ideazione dei prodotti e dei servizi, sia nel miglioramento continuo della loro qualità e convenienza, sia assicurando una costante analisi e valutazione dei reclami ricevuti al fine di intraprendere le opportune iniziative di miglioramento della qualità della gamma di offerta, delle modalità di vendita, distribuzione e intermediazione. Nell’operare è infatti sempre possibile che, nonostante l’impegno, le aspettative del socio o del cliente risultino disattese, generando insoddisfazione. In questi casi, l’ascolto delle ragioni del socio o del cliente e la ricerca della sua collaborazione divengono essenziali per individuare e rimuovere le cause che hanno provocato il disagio.

La Banca, per garantire che la gestione dei reclami sia svolta con la necessaria attenzione, ha aderito, sin dalla sua prima versione del 15/04/1993, all’accordo interbancario per la costituzione dell’Ufficio Reclami e dell’Ombudsman-Giurì Bancario ed aderisce al Conciliatore BancarioFinanziario. Pertanto si è dotata di una apposita struttura, indipendente dalle strutture commerciali, che consente di istruire i reclami in maniera equa e di individuare ed attenuare i conflitti di interesse. Tale struttura, denominata Ufficio Reclami, è dotata di adeguate risorse professionali e di strumenti idonei ad assicurare risposte sollecite ed esaustive. La Banca si è altresì dotata di apposite procedure interne per la gestione dei reclami conformi alle indicazioni delle Autorità di Vigilanza del settore.

La procedura di reclamo è gratuita per il cliente e la doglianza, formalizzata in una lettera circostanziata o sull’apposito modulo (presente in filiale e più sotto riprodotto in facsimile), va presentata in Filiale o trasmessa a mezzo posta ordinaria, fax, email o pec all’Ufficio Reclami della Banca ai seguenti recapiti:

UFFICIO RECLAMI Bcc di Casalgrasso e Sant’Albano Stura
Via Chieri 31/39 – 10022 Carmagnola (TO) –
tel. 011.9730073
fax 011.9730163
posta elettronica: legale@banca8833.bcc.it
posta elettronica certificata: legale@pec.banca8833.bcc.it

L’Ufficio Reclami riscontrerà la doglianza entro i termini previsti dalle disposizioni di settore; il tutto come dettagliato nelle seguenti Istruzioni per la presentazione del reclamo.

Le Filiali della Banca sono a disposizione per fornire ogni chiarimento ed informazione necessari per la presentazione di un reclamo alla Banca così come per l’eventuale attivazione di un sistema di risoluzione stragiudiziale delle controversie. Infatti, se il cliente non è soddisfatto del riscontro ottenuto dalla banca ovvero non ha ricevuto risposta nei termini previsti dalle disposizioni, prima di ricorrere al giudice può rivolgersi:

  • all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF): per sapere come rivolgersi all’Arbitro e l’ambito della sua competenza si può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it, richiedere informazioni presso le Filiali della Banca d’Italia, oppure chiedere alla Banca. E’ previsto il versamento da parte del ricorrente di un importo di € 20 quale contributo spese di procedura: se il ricorso viene accolto, tale importo sarà rimborsato al ricorrente dall’intermediario;
  • al Conciliatore BancarioFinanziario – Associazione per la soluzione delle controversie bancarie, finanziarie e societarie – ADR, Iscritto al n. 3 del Registro tenuto dal Ministero della Giustizia; il Regolamento del Conciliatore BancarioFinanziario può essere consultato sul sito www.conciliatorebancario.it o richiesto alla Banca;
  • all’Arbitro per le Controversie Finanziarie (ACF), per controversie relative alla violazione degli obblighi di informazione, correttezza e trasparenza a cui la Banca è tenuta nei rapporti con gli investitori nell’esercizio delle attività disciplinate nella parte II del TUF (ossia nella prestazione dei servizi di investimento e di gestione collettiva del risparmio), incluse le controversie transfrontaliere e le controversie oggetto del Regolamento UE n. 524/2013. Informazioni riguardanti l’ACF sono disponibili a questo link e sul sito www.acf.consob.it;
  • all’IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni per controversie inerenti l’intermediazione assicurativa; le informazioni relative alle modalità di presentazione di un reclamo all’IVASS, e la relativa modulistica, sono disponibili sul sito www.ivass.it;
  • al Prefetto, per il successivo inoltro all’ABF, in caso di specifiche problematiche relative alle valutazioni del merito del credito della clientela nell’ambito di operazioni di finanziamento. Per saperne di più consultare il sito internet della Prefettura territorialmente competente (ad esempio, per la provincia di Cuneo: http://www.prefettura.it/cuneo);
  • ad altro organismo specializzato iscritto nell’apposito registro tenuto dal Ministero della Giustizia. L’elenco degli organismi di mediazione è disponibile sul sito www.giustizia.it.

ISTRUZIONI PER LA PRESENTAZIONE DEL RECLAMO
Istruzioni per la presentazione del reclamo

GUIDE INFORMATIVE
Guida al reclamo
Guida Arbitro Bancario Finanziario
Brochure illustrativa dell’Arbitro per le Controversie Finanziarie
Guida per gli investitori all’uso della procedura per proprorre ricorso all’ACF

Regolamento mediazione Conciliatore BancarioFinanziario
Guida reclami IVASS

MODULISTICA
Modulo per la presentazione di un reclamo alla Banca
Modulo per il ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario
Modulo per l’inoltro cartaceo del ricorso all’ACF
Modulo istanza mediazione ConciliatoreBancario

RENDICONTI ANNUALI SUI RECLAMI

Rendiconto_2016

Storico rendiconti reclami:

Rendiconto_2010

Rendiconto_2011

Rendiconto_2012

Rendiconto_2013

Rendiconto_2014

Rendiconto_2015