LA BANCA È STATA RICONFERMATA 1^ CLASSIFICATA IN PIEMONTE E 9^ IN ITALIA PER SOLIDITÀ BANCARIA

AL PRIMO POSTO TRA GLI ISTITUTI DI PICCOLE DIMENSIONI IN PIEMONTE

AL PRIMO POSTO TRA GLI ISTITUTI DI PICCOLE DIMENSIONI IN PIEMONTE

Anche nel 2016 la BCC di Casalgrasso e Sant’Albano Stura è stata riconfermata al primo posto in Piemonte per solidità, tra 145 banche di piccole dimensioni. La classifica è stata stilata dalla rivista specializzata BancaFinanza e prende come riferimento i dati del bilancio riferiti all’anno precedente.

Gli indici patrimoniali e reddituali della BCC di Casalgrasso e Sant’Albano Stura sono positivi e in crescita.

“La solidità della nostra banca è rappresentata dalla crescita costante del nostro patrimonio e dalla qualità dei nostri impieghi, avendo una bassa incidenza del credito deteriorato sul totale del credito erogato a favore della clientela” commenta il Direttore Generale Claudio Porello.

Un altro dato molto importante da considerare per valutare lo stato di salute di una banca è il CET 1, ovvero il rapporto tra il capitale ordinario versato e le attività ponderate per il rischio. Più alto è questo parametro, più la banca è solida. L’indicatore riflette infatti la capacità della banca di garantire i prestiti che effettua alla clientela e i rischi che possono derivare da sofferenze, incagli e altri crediti deteriorati.

“Nel corso degli anni il nostro indice di solidità è andato continuamente a migliorare: nel 2014 si attestava a 14,85%, per poi passare al 15,99 % del 2015, fino all’attuale 16,77%. – commenta il Direttore Claudio Porello–Questo dato si affianca alla crescita del nostro patrimonio, che è indice di affidabilità, trasparenza e indipendenza, ed è garanzia per tutti i nostri soci e clienti”.